Notizia

I disturbi mentali in Medio Oriente sono alle stelle


Il numero di malattie mentali è alle stelle dal Marocco al Pakistan. Ciò mostra uno studio comparativo degli ultimi 25 anni dell'Università di Washington.

Esplosione del tasso di suicidi
Mentre il tasso di suicidi è aumentato a livello globale del 19% durante questo periodo, è aumentato del 100-152% nei paesi islamici in Nord Africa, Arabia e Asia meridionale.

Disordini mentali
I 15 rapporti dell'International Journal of Public Health mostrano anche un aumento significativo delle malattie mentali. I più comuni sono i disturbi da depressione e ansia, ma anche il disturbo bipolare e la schizofrenia dilagano.

Violenza irrisolvibile
Il capo dello studio, Dr. Ali Mokdad spiega: “La violenza profondamente radicata e irrisolvibile crea una generazione perduta di bambini e giovani adulti. Il futuro del Medio Oriente sembra triste se non riusciamo a garantire la stabilità nella regione ".

Troppi pochi psichiatri
Il numero di specialisti qualificati per il trattamento di queste malattie è in aumento, ma ci sono ancora troppi pochi psichiatri sul posto.

80 volte meno psichiatri in Europa
In media, esiste uno psichiatra ogni 200.000 persone nei paesi interessati e 80 in Europa.

A chi si riferisce lo studio?
Lo studio copre 600 milioni di persone nei 22 paesi del Maghreb, del Corno d'Africa e del Medio Oriente, nonché in Afghanistan e Pakistan.

Guerre e crisi
La gente di questa regione è stata esposta a guerre, crisi e fame per decenni. Solo nel 2015, circa 208.000 persone sono morte qui a seguito di guerra, omicidio e suicidio, 144.000 delle quali direttamente in guerra.

Disturbi mentali nei rifugiati
Gran parte dei rifugiati che cercano rifugio in Europa proviene da tali paesi, ad esempio dalla Siria e dall'Afghanistan. Molto spesso soffrono di traumi.

Terapia per le persone traumatizzate?
Tuttavia, ciò difficilmente gioca un ruolo nella procedura di asilo. I richiedenti asilo hanno diritto all'assistenza medica solo per le malattie acute.

Problemi di comprensione
I medici che curano le persone colpite spesso fanno la diagnosi sbagliata perché non c'è un interprete. Ad esempio, le malattie psichiatriche di solito possono essere chiarite solo con una conoscenza precisa delle condizioni di vita. Le conseguenze di un trauma possono essere facilmente confuse con la schizofrenia.

Sindrome da stress borderline e post-traumatico
Le esperienze dei rifugiati sono una ricetta per lo sviluppo della sindrome borderline o lo sviluppo della sindrome post-traumatica da stress. Il limite in particolare è accompagnato da sintomi che si verificano anche con altri disturbi dell'umore: disturbi d'ansia, dissociazioni o bugie compulsive.

Gli studi sono in corso
Sono in corso studi sulla sindrome borderline nei paesi del Mediterraneo orientale e tra i rifugiati che provengono da questi paesi. Ciò contrasta con innumerevoli persone che soffrono dei più gravi disturbi mentali e non ricevono una terapia qualificata. (Dr. Utz Anhalt)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Malattie mentali, il male oscuro dellEuropa (Novembre 2021).