Notizia

Paraplegia curabile in futuro? Gli scienziati trovano proteine ​​chiave per la riparazione del midollo spinale


Nuove scoperte potrebbero portare progressi nella medicina umana
La paraplegia è stata finora considerata incurabile. Tuttavia, vengono costantemente sviluppati nuovi approcci terapeutici per ripristinare la funzione dei nervi feriti. Ricercatori statunitensi alla Duke University di Durham, nella Carolina del Nord, potrebbero aver trovato una proteina chiave per riparare il midollo spinale ferito sperimentando il pesce zebra. I risultati del lavoro di ricerca aumentano la speranza perché la proteina si trova anche in una forma simile nell'uomo. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rinomata rivista scientifica.

Paraplegia a causa di lesioni al midollo spinale
Il midollo spinale si trova nel canale spinale osseo della colonna vertebrale e, insieme al cervello, forma il sistema nervoso centrale (SNC). Tra le altre cose, il suo compito è quello di comunicare tra il cervello e gli organi interni, nonché la pelle e i muscoli. È anche responsabile del monitoraggio delle capacità motorie e dei movimenti del corpo. Le vie nervose nel midollo spinale sono ad es. ferito da un incidente, la paraplegia permanente minaccia. Finora, questo non è stato curabile, ma la paralisi persiste principalmente per la vita.

I pesci zebra riescono a guarire se stessi
Tuttavia, questo non si applica allo zebrafish, secondo un messaggio della Duke University di Durham, nella Carolina del Nord. Se il midollo spinale degli animali - noto anche come pesce zebra - è ferito, sperimenteranno anche una paralisi simile a quella umana.

Ma a differenza di noi, inizia un processo di guarigione, in cui inizialmente le cosiddette cellule gliali colmano il divario tra le estremità delle fibre nervose separate, informa l'università. Questo è seguito da cellule nervose attraverso le quali l'interruzione viene gradualmente chiusa.

I pesci vengono guariti dopo otto settimane
Dopo circa otto settimane, il nuovo tessuto nervoso ha colmato il vuoto e i sintomi della paralisi sono completamente scomparsi. Nei mammiferi, tuttavia, il tessuto cicatriziale che si manifesta, tra le altre cose, blocca una rinnovata crescita delle cellule nervose e quindi una connessione delle estremità.

"Questo è uno dei trucchi più notevoli della rigenerazione naturale", cita Kenneth Poss della Duke University. "Dato il numero limitato di terapie di successo disponibili oggi per la riparazione dei tessuti persi, dobbiamo cercare nuove prove in animali come il pesce zebra su come stimolare la rigenerazione", ha aggiunto lo scienziato.

I ricercatori scoprono molecole proteiche speciali
Ma come si può spiegare questa straordinaria capacità del pesce zebra? Per rispondere a questa domanda, un team di ricercatori guidato da Kenneth Poss ha osservato gli animali durante il processo di rigenerazione e ha ottenuto risultati sorprendenti. Gli esperti sono riusciti a identificare sette geni speciali responsabili della produzione di determinate molecole proteiche in caso di lesioni del midollo spinale dei pesci. Uno di questi, il fattore di crescita CTGF (fattore di crescita del tessuto connettivo), si è formato nelle cellule gliali, che nella prima fase della guarigione formano il ponte tra le terminazioni nervose separate.

Gli umani hanno una proteina simile
"Sospettavamo che il CTGF potesse essere importante perché si attivava solo in determinate cellule dopo l'infortunio", ha affermato la coautrice Mayssa Mokall, secondo il comunicato. Una proteina simile, la cui struttura differisce solo del dieci percento dal CTGF zebrafish, si verifica anche nell'uomo. I ricercatori hanno utilizzato la forma umana di CTGF in animali con lesioni del midollo spinale e hanno riconosciuto che anche in questo caso la rigenerazione del tessuto nervoso è aumentata.

“Il pesce precedentemente paralizzato ha nuotato di nuovo nell'acquario. L'effetto della proteina è impressionante ”, riferisce Mokalled. "Non credo che il CTGF sia tutto il segreto, ma abbiamo qualcosa in mano che ci dà punti di partenza per l'obiettivo di promuovere la rigenerazione", riassume Poss. Sono ora previsti esperimenti con i topi per scoprire in quale momento e in quale tipo di cellula viene prodotto il CTGF. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Paziente con lesione del midollo spinale T7-T8, Laura dallItalia riceve la stimolazione epidurale (Ottobre 2021).