Notizia

Salute: la pubblicità porta al sovrappeso nei bambini


I genitori hanno solo un'influenza limitata sul comportamento alimentare dei loro figli
Molti bambini e adolescenti soffrono di sovrappeso o obesità, un problema comune in tutta Europa. Il fatto che i bambini abbiano un rischio maggiore di ingrassare è strettamente correlato alle circostanze sociali in cui crescono. Ma uno studio internazionale mostra che ci sono altri fattori influenti che persino i genitori attenti alla salute possono difficilmente influenzare. Ciò include soprattutto la pubblicità e l'accesso a luoghi in cui gli adolescenti possono muoversi liberamente. Al fine di migliorare la salute dei bambini, le famiglie dovrebbero quindi essere attivamente supportate dai governi d'Europa, secondo il messaggio centrale dei partner dello studio I. Family.

L'obesità infantile è un problema a livello europeo
Che sia Nutella a colazione, patatine fritte e salsicce a pranzo o barrette di cioccolato per la piccola fame in mezzo: molti bambini in Europa consumano troppi zuccheri e grassi ogni giorno e di conseguenza soffrono di sovrappeso e obesità. Ma quali sono le cause di questa "epidemia in sovrappeso"? Quali fattori determinano quali alimenti scelgono i giovani? Queste domande sono state al centro del grande studio internazionale "I. Family Study", presentato il 9 febbraio a Bruxelles.

Gli scienziati valutano la salute di migliaia di bambini
Per un periodo di cinque anni, oltre 16.000 bambini in otto paesi europei (Belgio, Estonia, Germania, Italia, Spagna, Svezia, Ungheria, Cipro) sono stati accompagnati da un team di scienziati internazionali per il progetto. Coordinato dall'Istituto Leibniz per la ricerca sulla prevenzione e l'epidemiologia - BIPS GmbH e l'Università di Brema, sono stati esaminati lo stato di salute, il comportamento nutrizionale e l'influenza di amici e familiari sui bambini.

Il risultato centrale: le sole famiglie non sono state in grado di risolvere il problema del sovrappeso. Piuttosto, la politica deve essere ritenuta responsabile e aiutare le famiglie a migliorare la salute dei propri figli e contrastare l'obesità, secondo il comunicato stampa dell'Istituto Leibniz per la ricerca sulla prevenzione e l'epidemiologia - BIPS GmbH.

Quota particolarmente alta nel sud Italia
Secondo lo studio, le condizioni di vita sociale (lavoro, reddito, istruzione formale, luogo di residenza ecc.) Hanno un impatto importante sullo sviluppo del sovrappeso. Di conseguenza, nel corso degli anni è stato scoperto che circa il doppio dei bambini con uno stato socioeconomico basso o medio è diventato sovrappeso quando sono cresciuti come coetanei con un elevato stato socioeconomico.

Questo vale per tutti i paesi, ma le proporzioni di bambini con sovrappeso o obesità variano significativamente in Europa: mentre nell'Italia meridionale circa il 40% dei bambini tra 2 e 10 anni è interessato, la percentuale in Belgio è inferiore al 10% in stessa fascia d'età.

"I nostri risultati mostrano chiaramente che i bambini di famiglie svantaggiate sono spesso sovrappeso rispetto ai bambini di famiglie più ricche", spiega il coordinatore dello studio Wolfgang Ahrens di BIPS. "La politica deve essere attiva qui e sostenere queste famiglie".

La pubblicità ha un'enorme influenza sul comportamento alimentare
È ovvio che una dieta malsana e la mancanza di esercizio fisico portano rapidamente all'obesità. Ma gli esperti hanno riconosciuto che anche per i bambini che mangiano in modo sano e fanno sport, ci sono fattori di rischio per il sovrappeso, sui quali i genitori hanno poca o nessuna influenza.

"Un altro settore in cui la politica deve agire è la pubblicità di malsani" cibi spazzatura "rivolti ai bambini come consumatori. Questa pubblicità - ad esempio in televisione - è molto diffusa e ha un grande impatto sui bambini, quindi è difficile anche per i genitori molto attenti alla salute limitare il consumo di questi alimenti ", ha affermato Wolfgang Ahrens.

Anche l'istruzione svolge un ruolo centrale qui. Secondo Ahrens, i genitori meno istruiti avrebbero un'opinione meno critica sulla pubblicità televisiva. "I loro figli sono esposti alle influenze della pubblicità senza protezione", ha detto l'esperto all'agenzia di stampa "dpa". Lo studio è stato in grado di dimostrare che il comportamento alimentare dei bambini è fortemente influenzato dalle presentazioni del prodotto. Di conseguenza, dopo aver visto la pubblicità in TV, consumavano bevande zuccherate più spesso, indipendentemente dalle norme dei genitori.

I produttori devono essere regolamentati maggiormente
Di conseguenza, secondo Ahlers, è necessario che la pubblicità indirizzata specificamente ai bambini sia regolamentata più rigorosamente. Perché l'attuale auto-restrizione volontaria dell'industria alimentare nel marketing infantile non ha alcun effetto - un fatto triste, che i sostenitori dei consumatori di foodwatch avevano già sottolineato nel 2015. A quel tempo, un ampio studio sul cibo dei bambini aveva dimostrato che i produttori commercializzano ancora quasi esclusivamente prodotti non salutari per i bambini.

I pasti scolastici devono essere più sani
I politici devono anche garantire che gli adolescenti ricevano cibo sano a scuola. Helmut Heseker, nutrizionista dell'Università di Paderborn, critica in un'intervista con l'agenzia di stampa che invece della qualità, troppa enfasi è posta sulla ristorazione economica. I requisiti della Società tedesca per l'alimentazione (DGE) spesso non erano soddisfatti. "C'è ancora molta consapevolezza, in politica, con i genitori e le autorità scolastiche", afferma Heseker.

Ancora troppi bambini in sovrappeso
Il DGE aveva riferito solo pochi giorni fa che la percentuale di bambini in sovrappeso o obesi era calata nella fase di iscrizione alla scuola - ma molti adolescenti in questo paese sono ancora troppo grassi. A seconda dello stato federale, la percentuale di bambini in sovrappeso è attualmente compresa tra l'8,2% e il 12%, di cui tra il 2,8% e il 5,3% erano obesi. In un confronto europeo, la Germania occupa un posto nel mezzo.

Consentire l'accesso agli spazi aperti
Un altro punto importante, secondo lo studio, riguarda l'attività dei bambini. "Un terzo importante risultato di I.Family è la consapevolezza che un buon accesso a spazi aperti, parchi, percorsi pedonali e ciclabili significa che i bambini sono più attivi fisicamente", ha dichiarato Wolfgang Ahrens, secondo l'annuncio del BIPS. Secondo l'esperto, urbanisti e politici potrebbero "[...] influenzare direttamente la salute dei bambini se offrono loro migliori opportunità di muoversi intorno a loro".

L'orientamento verso gli amici sta diventando sempre più importante
I genitori possono ovviamente modellare le abitudini alimentari dei propri figli in una certa misura, fungendo da modelli di comportamento e conducendo uno stile di vita sano. Ma l'influenza diminuisce già in modo significativo durante l'orario scolastico, poiché gli adolescenti si orientano sempre più verso gli amici.

Secondo lo studio, gli adolescenti hanno maggiori probabilità di mangiare cibo malsano se gli amici fanno lo stesso. Lo stesso vale per l'attività fisica. Pertanto, i governi europei dovrebbero aiutare attivamente le famiglie a migliorare la salute dei propri figli. "Le famiglie da sole non possono svolgere questo difficile compito", hanno affermato i partner dello studio. (No)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Sovrappeso e Obesità nei bambini: componente genetica e fattori ambientali (Ottobre 2021).